Chirurgia Orale

Lo studio è attrezzato per eseguire tutti gli interventi di chirurgia ambulatoriale come la Chirurgia Estrattiva di denti erotti e denti inclusi, con particolare attenzione a tutti i tipi di interventi per l’estrazione dei denti del giudizio. Allo stesso modo vengono condotti interventi di Germectomie, ovvero le estrazioni effettuate sul giovane paziente a carico dei denti del giudizio non ancora completamente formati ed Apicetomie, vale a dire la rimozione chirurgica dell’apice della radice del dente affetto da patologie altrimenti non trattabili attraverso la terapia endodontica. L’attività di chirurgia orale include anche tutti gli interventi di chirurgia a carico dei tessuti molli, come ad esempio frenulectomie, escissioni di epulidi, etc. A complemento della Chirurgia Implantare(v. Trattamenti-Implantologia), vengono condotti interventi di Rigenerazione Ossea al fine di aumentare il volume del tessuto osseo in tutti quei casi in cui questo risulti insufficiente per il posizionamento di uno o più impianti. 

chirurgia orale

Gli interventi più frequentemente eseguiti per aumentare il volume del tessuto osseo a fini implantari sono quelli a carico del seno mascellare. La Chirurgia Implantare nei settori posteriori superiori è spesso infatti ostacolata da una perdita di spessore osseo verticale dovuta all’estrazione dei denti e/o all’effetto di pneumatizzazione (dilatazione) del seno mascellare. Tutte le volte che lo spessore osseo verticale è compreso fra 5 e 7 millimetri è necessario ricorrere ad un intervento noto come Piccolo Rialzo del Seno Mascellare. Questa tecnica consiste nell’accedere alla cavità sinusale attraverso l’osso alveolare, ovvero attraverso quella porzione dell’osso dove erano presenti i denti e dove adesso andranno inseriti gli impianti. La creazione dell’alveolo chirurgico per l’inserimento dell’impianto costituisce anche la via di accesso al seno mascellare. Attraverso l’alveolo chirurgico viene sollevata la membrana del seno costituita da epitelio di tipo respiratorio, viene introdotto il materiale da riempimento che successivamente si trasformerà in osso maturo e viene infine inserito l’impianto. Nel caso invece in cui lo spessore osseo verticale è compreso fra 2 e 4 millimetri è necessario ricorrere ad un altro intervento conosciuto col nome di Grande Rialzo del Seno Mascellare. Questo delicato tipo di intervento chirurgico necessita di molta esperienza e di una formazione specifica dell’operatore chirurgico. 

L’ intervento consiste nel sollevamento della membrana del seno mascellare ed il posizionamento del materiale da innesto osseo attraverso un ingresso chirurgico praticato nella superficie vestibolare dell’osso mascellare. Contestualmente il chirurgo provvede al posizionamento di uno o più impianti che verranno poi protesizzati dopo un periodo di circa nove mesi, intervallo di tempo necessario alla maturazione ossea dell’innesto.

Per maggiori informazioni:

• contattaci all’indirizzo

• telefona per appuntamento al 055 7321417 oppure 055 7323778